2015 – Enya, Irlanda – Tentativo 1


Marco Borla Enya

Il 2015 è stato un anno particolare. Da sette lunghi anni Enya era rimasta un mistero. Il sito Internet non aggiornato e la scomparsa di Album e di notizie in Italia, aveva lasciato un grande vuoto dentro di me ma nell’estate di questo particolare anno, qualcosa di magico è accaduto!

Anch’io, come Enya, mi ero preso una pausa dall’ascolto della sua musica ma, durante il mio soggiorno al mare in vacanza, qualcosa mi ha portato molto vicino a lei e, la sua musica, è tornata ad emozionarmi!

Sono tornato più volte a visualizzare nella mia fantasia il castello immaginario e fiabesco dove avevo sentito che viveva Enya; da qualche parte in Irlanda. Da lì a poco mi è arrivata la foto e il luogo dove questo castello si trovava.

Mi sono sentito particolarmente vicino ad Enya provando emozioni magiche, le uniche in grado di darmi sollievo ad una situazione particolare della mia esistenza. Ho deciso così di programmare il mio vero primo, sentito viaggio da solo verso l’Irlanda. Il destino e la magia di una fiaba che supera anche l’impossibile, avrebbe fatto il resto per farci incontrare.

A settembre del 2015, dal 7 all’11 (5 giorni, 4 notti) era pianificato il mio viaggio “verso Dublino”: partenza da Bergamo.

La notte prima della partenza ero molto agitato e ho dormito solo qualche ora, il mattino presto mi sono messo in macchina per raggiungere l’aeroporto a due ore d’auto da casa. L’ansia era alle stelle e non sono riuscito a calmarla. Una volta sull’aereo della Ryanair non mi sono sentito bene e, subito prima che lo sportello fosse chiuso per la partenza, ho chiesto aiuto e sono stato portato in infermeria dove mi hanno trovato febbre. L’aereo è partito senza di me, addio sogno Irlanda!

Qualche giorno dopo l’11 Settembre (data in cui avrebbe dovuto avvenire il mio ritorno in Italia) viene aggiornato il sito web di Enya e viene annunciata l’uscita di un nuovo album “Dark Sky Island”. Altre strepitose sincro mi hanno fatto seguire in Italia dal web delle dirette radio all’estero in cui si parlava di Enya e venivano trasmessi pochi minuti di anteprima di un nuovo brano.

Ad oggi Enya resta una meta protetta e molto difficile da raggiungere. Particolare lei, particolare io, chissà, forse prima o poi il destino ci farà incontrare. Mi piace e ho bisogno di pensarlo. E’ davvero importante per me!

enya_autunno_arancio

MarcoBorla_piccola

 

 

 

 

Cndividi/Share
Share



  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *